Non solo Sassi a Matera

IMG_0047

La mia Matera

Due anni fa, visitavo per la prima volta Matera. Fu subito amore!

Accompagnavo un gruppo di turisti americani e il cicerone locale ci ha offerto di scoprire non solo alcune realtà singolari come le chiese rupestri ma anche di respirare l’aria diversa della città dei Sassi. Era dispiasciuto di non avere più tempo di quello previsto di alcune ore, perché avrebbe voluto darci più che un’idea, ci avrebbe portato in luoghi magici, lontani dalle vie strette che camminano sui tetti delle case che già in noi si stavano insinuendo. Ci parlò della Murgia e del suo parco archeologico eccezionale ma sarebbe stato purtroppo per una prossima volta.

A Matera, si assiste ad uno spettacolo urbanistico poco comune. Anziché costruire sulla base delle rocce affiorenti, si è scavato e ottenuto degli spazi inconsueti ed estranei alle abitudini in materia edilizia. Al livello artistico, è sorprendente poter ammirare interni appartenenti a chiese rupestri che contrastano con la loro bellezza con gli esterni, spesso modesti e poco invitanti. Siamo davanti a singolari testimonianze della tecnica definita architettura in negativo.

Da quel giorno, sono tornato diverse volte e ho continuato a scoprire, a meravigliarmi sicuramente perché Matera possiede un’anima millenaria e ogni pietra lo grida. L’esperienza unica di visitare una chiesa rupestre, l’ospitalità dei suoi abitanti e gli scenari che si possono fotografare sono solo alcuni dei privileggi riservati ai visitatori. A Matera come a Montescaglioso per esempio ho realizzato che l’uomo poteva perfettamente ambientarsi nella natura anche più ostile come quella delle gravine che caratterizzano non solo il Materano ma anche parte della Puglia occidentale.

Matera su Italia.it

Quella di Matera è una delle due province della Basilicata. Affacciata ad Est sul Mar Ionio, confina a Nord con la Puglia (Provincia di Bari e Provincia di Taranto), ad Ovest con la provincia di Potenza, a Sud con la Calabria (Provincia di Cosenza). Geograficamente è divisa in due tipologie, una pianeggiante (Metapontino) ed una collinare (Collina materana), che ha un clima più freddo e dove spesso in inverno si verificano fitte nevicate.

Fanno parte del territorio provinciale due riserve naturali regionali: la Riserva regionale San Giuliano, che è un’importante zona umida per la nidificazione degli uccelli e comprende l’omonimo lago artificiale ed il Bosco Pantano di Policoro, oasi del WWF, residuo delle estese formazioni forestali d’alto fusto che coprivano tutta la costa acquitrinosa prima degli interventi di bonifica.
Sono inoltre presenti nel territorio la zona monumentale-ambientale dei Calanchi (formazioni argillose profondamente erose dalle acque in solchi, crepacci, creste aguzze e piccole vallette), il Parco naturale di Gallipoli Cognato – Piccole Dolomiti Lucane e una piccola porzione del Parco nazionale del Pollino. Dulcis in fundo, ovviamente, incanteranno tutti i visitatori i cosiddetti “Sassi di Matera“: case sovrapposte le une

alle altre e unite tra loro da stradine tortuose e ampie scalinate, letteralmente costruite dentro alla roccia e al tufo della montagna. Un vero proprio spettacolo, che ha valso alla città l’inserimento, nel 1993, nella World Heritage List dell’UNESCO.
http://www.italia.it

chiesa maria della bruna Matera

I miei consigli

Se trascorerai alcuni giorni a Matera, sarebbe una grande idea quella di affidarti ad una guida locale. Questi residenti non sono ordinari, ti portano da una via ad una casa senza nemmeno che te ne accorgi, stupendo! Ti raccontano dei loro genitori e parenti che hanno vissuto quando Matera era uno dei centri abitati più poveri d’Italia e che la gente non sembrava mancare di niente di fondamentale perché vi era l’amore, lo spirito di condivisione, la tenaccia e il corraggio.

Se devi soggiornare a Matera, vai proprio a “vivere” nei sassi per 2 o 3 notti, ne vale la pena. La mattina quando uscirai dalla tua grotta “di lusso” sarai avvolto da un’atmosfera veramente incomparabile ad altre cittadine antiche d’Italia. Poi, dai un’occhiata alle proposte di alloggio a Matera e vedrai che esistono degli alberghetti e b&b eccezionali per tutte le borse.

Organizza una visita nel parco della Murgia Materana con l’ausilio anche lì di una guida per camminare su sentieri panoramici unici, per scovare dei gioielli come le chiesette isolate dove si possono ancora leggere sulle pareti gli atti di fede dei cristiani e puoi ammirare la bravura di chi le ha costruite in negativo. Natura, arte e cultura insieme!

Dedica del tempo anche per i musei, le chiese e i palazzi che puoi visitare nella parte alta della città.

Spero che questo invito ti è piaciuto e che presto andrai a scoprire la città dei Sassi. Tornerò a parlarne presto perché ci vado per l’ennesima volta fra pochi giorni. Porterò delle foto appena scattate e delle storie che appartengono a questo luogo incantato.

 


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s